Solitudini connesse
Sprofondare nei social media

“Un’incursione nel nostro io e nel nostro noi al tempo della nuova psicosocialità algoritmica.”
Dalla prefazione di Cosimo Accoto

Una relazione senza più fiducia reciproca, ma nella quale riponiamo ancora enormi aspettative: non siamo in grado di immaginare il nostro futuro senza avere almeno un social a portata di mano, eppure ci guardiamo intorno in attesa di una qualsiasi via di fuga verso l’esistenza “disconnessa” di un tempo.
Vanità, omologazione, dipendenza da like, alienazione? Nessuno di questi motivi è sufficiente, da solo, a spiegare perché non siamo ancora in grado di cancellare il nostro doppio digitale una volta per tutte.
È troppo facile, oggi, scrivere un libro contro i social: diverso è capire esattamente cosa ci tenga legati a essi, e cosa siamo diventati dopo anni di esposizione quotidiana al loro flusso interminabile di nuovi “post” e tweet da leggere. Solitudini connesse è il racconto di questa silenziosa trasformazione.

192 pp. • 2019
ISBN
978-88-98922-53-6
Ordinabile tramite sito, in libreria il 24 gennaio 2019

Iniziative

Giovedì 7 novembre 2019 @ Libreria Due Punti • Trento
Venerdì 25 ottobre 2019 @ Libreria del Golem • Torino
Giovedì 24 ottobre 2019 @ Serendepico • Milano
Venerdì 18 ottobre 2019 @ Palazzo Galli • Piacenza

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su qualsiasi link in questa pagina, dai il tuo consenso al loro utilizzo.

Non usiamo analitici... Clicca per più informazioni